Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Rinnoviamo insieme il nostro mondo

>

Chiuso ad Abu Dhabi il World Future Energy Summit

  27/01/2012

 

 

 

 

 

 

Sono terminati la settimana scorsa i lavori del World Future Energy Summit, una delle più importanti piattaforme internazionali di green business. I lavori, svoltisi ad Abu Dhabi, hanno visto una forte partecipazione di rappresentanti industriali, politici, economici, finanziari e accademici del mondo delle energie rinnovabili e dell'industria ambientale.

 
Al World Future Energy Summit di Abu Dhabi sono confluiti operatori da tutto il mondo. L’Italia ha partecipato con 29 imprese, un vero e proprio exploit a conferma che questo settore del Made in Italy, leader in Europa, è più che mai vitale. Gli Emirati Arabi Uniti puntano fortemente sulla qualità delle tecnologie emergenti ed ecosostenibili per realizzare progetti di efficienza energetica, integrazione delle fonti rinnovabili e progetti di smart cities. In questi settori l'Italia si propone come un Paese che ha senza dubbio voce in capitolo per quanto riguarda ricerca e sviluppo e per la riconosciuta serietà degli operatori: l'export italiano negli Emirati è difatti cresciuto del 26% dal 2010, superando i 4miliardi di euro e facendo del Paese il primo mercato di sbocco del made in Italy nel mondo arabo.
 
La piattaforma internazionale del World Future Energy Summit ha visto, dunque, le imprese italiane del green business particolarmente attive. L’Italia ha, infatti, il vantaggio di poter dire la sua in tutti i settori delle energie pulite, dalla rete ai materiali. Brasile, Arabia Saudita, Africa, Sud America e Giappone rappresentano potenziali sbocchi di particolare importanza per lo sviluppo delle rinnovabili italiane.

 

 

 

 



Tutte le news

chiudi

Aiutaci a migliorare questo sito

News